WOM

Il Wom, nell’ambito del marketing il passaparola (indicato con l’espressione word of mouth) indica il diffondersi, attraverso una rete sociale, di informazioni e/o consigli tra consumatori.

 

 

Da sempre il passaparola definisce una comunicazione parlata face-to-face, ma, con l’evoluzione dei mass media, vengono prese in considerazione in questo ambito anche le conversazioni telefoniche, i messaggi di testi inviati tramite SMS o il web, i post dei blog, nelle community, i messaggi istantanei ed e-mail e comunque qualsiasi messaggio che permetta una interazione tra persone. Alle volte il significato di passaparola è utilizzato anche per indicare dei rumor, dei gossip, il “sentito dire” e le allusioni.

In genere il metodo del passaparola è più comunemente utilizzato per indicare la trasmissione di un’informazione positiva piuttosto che negativa, anche se questo non è una regola assoluta.

 

Il “word of mouth marketing” è basato sulle motivazioni da dare alle persone per parlare del vostro prodotto/servizio e favorire quel genere di conversazione. D’altronde stiamo parlando del più potente strumento promozionale esistente, che fa perno sulla fiducia e si appoggia necessariamente su una customer satisfaction reale e guadagnata, sulle effettive qualità di un prodotto o servizio, sul desiderio sincero delle persone di comunicare ad altri un’esperienza che le ha appagate.

 

Word of Mouth marketing:

 

non è solo Facebook, Twitter e Youtube. Questi sono però gli strumenti che lo rendono potente…

è composto da persone che conversano le une con le altre, online ma anche fuori dalla Rete, senza soluzione di continuità…

non solo, attualmente è un pò di più: tutto ciò che scriviamo, leggiamo, vediamo, odoriamo ed assaggiamo…

è forte quando “sentiamo” qualcosa. Le emozioni sono la nostra moneta sociale e la passione ci porta a condividerle…

la passione può essere innescata da qualsiasi cosa (anche dalle marche!)…

quando viene dalla passione, il WOM è la cosa più influente, più convincente…

e dove c’è fiducia, si crea dialogo. I due insieme portano alla raccomandazione, e di conseguenza alla vendita…

ma le marche hanno bisogno di “ampiezza e profondità”, del buzz di massa ma anche di un appoggio “autorevole” (deep advocacy)  per garantire che il loro WOM non sia solo un fuoco di paglia…

grazie alla passione, il passaparola si diffonderà da tutte le parti, anche dove non ve lo aspettate…

il WOM è in evoluzione, in continuo cambiamento: non ci si può adagiare; si deve continuare ad osservarne la mutazione ed adattarvisi in tempo reale.